Close

Loading...

Lafango

RottenMatera And The Destiny Of The World

ELECTRONIC PRESS KIT

QR Code
Bio

I RottenMatera & The Destiny Of The World sono un gruppo post-hardcore formatosi a Cantù nel 2005 e caratterizzato da uno stile musicale che combina elementi provenienti dalla musica hardcore, con pop, funk, country e metal. <P>
In precedenza i membri del gruppo avevano suonato in alcune band della scena comasca. In particolare il cantante Rotten Matera (Andrea Matera), il bassista Dagniele Matera (Daniele Cappelletti) e il batterista Pento Matera (Davide Lietti) militavano negli Slump. Nel progetto viene successivamente coinvolto il chitarrista Ale Matera (Alessandro Grasso), il cui arrivo sancisce definitivamente la nascita della nuova band con il nome di RottenMatera.<BR />
La scelta del nome del gruppo deriva da un’idea del bassista, con la quale si vuole sottolineare la natura grezza e immediata del genere proposto. <P>
Nei mesi seguenti i RottenMatera iniziano la composizione dei nuovi pezzi seguiti dalla registrazione del loro primo EP, col nome 250Euro. Contemporaneamente i RM si concentrano sull’attività live che li porta, fra gli altri, a suonare in locali come il Black Hole e Leoncavallo (Milano), l’Honky Tonky (Seregno) e lo Shelter (Como).<BR />
Dopo un periodo di stallo, e qualche errato avvicendamento nel gruppo, a febbraio 2010 la band decide che è tempo di ricominciare da capo. Forti della formazione originale, i quattro decidono di dedicarsi alla scrittura di nuovo materiale e cambiare il nome in RottenMatera & The Destiny Of The World per sottolineare il legame col passato ma, allo stesso tempo, la voglia di guardare avanti come hanno sempre fatto.<BR /> Terminato il loro album “RottenMatera & The Destiny Of The World” la band è attualmente impegnata nell’attività live e nella promozione dei nuovi brani.

Information
  • Italy
Media
Close
Press
  • Noize Style

    "Demo interessante per i Rotten Matera, band che possiamo tener d'occhio per il futuro per l'alto potenziale"Date:
  • Dagheisha.com

    "Echi repentini alla furia, all’auto-ironia ed al sadomasochismo in musica attraversano ‘No Siga No Party’ e ‘Uno’ mentre la struttura di ‘Uno’ e ‘Surf Ritual’ si adatta maggiormente ai canoni dell’hardcore"Date:

This press kit contains 12 media totalling 36,537 views.